Home

Dati personali

Nome: Maria Valentina

Cognome: Vezzali

Nata il: 14 febbraio 1974

Statura: 1,64 m

Peso: 53 kg

Soprannome: Vale, Valeoro (dopo Pechino)

Titolo di studio: diploma di ragioneria

Stato civile: sposata con Domenico Giugliano col quale ha un figlio, Pietro, di 3 anni.

Sito internet: www.valentinavezzali.com

Breve biografia di una campionissima

E’ l’atleta italiana più vincente della storia: da 11 anni è al 1° posto nella classifica mondiale del fioretto femminile. Ha vinto 10 edizioni di Coppa del Mondo.

Nata a Jesi il 14 febbraio 1974, ha iniziato a praticare la scherma all’età di 6 anni con il maestro Ezio Triccoli, insieme al quale ha cominciato a vincere. La prima vittoria risale al 1983, nel trofeo Fumi, categoria “prime lame” da quel giorno non ha più smesso di vincere, collezionando una serie infinita di titoli e medaglie.

A Pechino, alla sua quarta olimpiade, ha conquistato il terzo oro olimpico individuale consecutivo. Il suo prossimo obiettivo sono i Giochi Olimpici di Londra 2012 dove tenterà l’impresa di confermarsi sul podio olimpico della specialità, impresa riuscita a pochi atleti nella storia dello sport. Caparbia, forte talento, dal carattere vincente e determinato, Valentina ha superato momenti difficili nel corso della sua carriera riuscendo come solo una fuoriclasse è in grado di fare. Nel 2005, dopo appena 4 mesi dalla nascita del primogenito figlio Pietro – nato dal matrimonio con il calciatore Domenico Giugliano – ha vinto a Lipsia il suo 4° titolo mondiale individuale.

Nel 2006 è stata operata al ginocchio sinistro a causa della rottura del legamento crociato: con grande impegno e sacrificio è riuscita a recuperare in tempi stretti la forma fisica. Fondamentale il lavoro tecnico e psicologico del maestro Giulio Tomassini, suo allenatore dal 1990 e dell’equipe Enervit che la segue da sette anni e della sua preparatrice atletica Annalisa Coltorti. Nell’ottobre 2007 ha vinto il suo quinto titolo mondiale a San Pietroburgo, diventando l’atleta che ha vinto più di tutti nella scherma.

Dal 1999 fa parte del Gruppo Sportivo Fiamme oro. Da quel momento è “la poliziotta con il fioretto”.

Palmares

Società sportiva di appartenenza: Gruppo Sportivo Fiamme Oro (dal 1999)

Allenatore: Giulio Tomassini


Disciplina sportiva praticata: Scherma, specialità Fioretto

Risultati ottenuti in carriera

  • 3 ori, 1 argento, 1 bronzo olimpici individuali

  • 3 ori, 1 bronzo olimpici a squadre

  • 3 ori, 1 argento, 1 bronzo olimpici individuali

  • 3 ori, 1 bronzo olimpici a squadre

  • 6 ori, 2 argenti e 3 bronzi mondiali individuali

  • 7 ori e 3 argenti mondiali a squadre

  • 5 ori, 3 argento, 1 bronzo europei individuali

  • 6 ori, 1 argento, 1 bronzi europei a squadre
  • 11 Coppe del Mondo
  • 78 vittorie in Coppa della Mondo (record)
  • 11 anni al primo posto nel ranking mondiale

  • 18 medaglie agli italiani individuali (15 ori, 2 argenti e 1 bronzo individuali)

  • 16 medaglie agli italiani a squadre (12 ori, 2 argenti e 2 bronzi a squadre)
  • 4 ori Universiadi individuali
  • 1 oro e 3 argento Universiadi a squadre
  • 2 oro Giochi del Mediterraneo

Valentina fuori dalla pedana

Dopo la sua sua terza Olimpiade vinta, ha registrato un successo e una popolarità che la rendono la prima donna dello sport azzurro di tutti i tempi. Ha inanellato diverse partecipazioni istituzionali e non, partecipando a premiazioni e programmi televisivi, ricevendo gli onori e la simpatia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e del Presidente emerito e senatore Francesco Cossiga che le ha passato il sacro testimone della Bibbia nella sua lettura pubblica televisiva (ottobre 2008).

Ospite di Versace per le sfilate autunnali di Milano, è stata gettonatissima da fotografi e fans facendo passerella come una vera star al Festival del Cinema di Venezia, ospite di Jaeger Le Coultre. Partecipa con successo al talent show “Ballando con le stelle” di Milly Carlucci nel quale riscuote successi dal grande pubblico ed esprime la sua simpatia e caparbietà.

Valentina crede fermamente che un personaggio pubblico debba impegnarsi nel sociale per contribuire con la propria popolarità a sensibilizzare il grande pubblico verso tematiche che riguardano le persone più disagiate. Per questo, nel 2008 ha deciso di aderire come madrina alla campagna Infasil ed Unicef per sconfiggere il tetano neonatale e materno, una patologia che causa ancora la morte di molte mamme e dei loro bambini in 58 paesi del mondo e nel 2009 è nuovamente testimonial di AISM contro la sclerosi multipla. Nel 2009 entra a far parte del progetto Kinder+Sport in favore dell’educazione giovanile allo sport e diventa Testimonial di Edison. Sempre nel 2009 Valentina diventa anche Speaker radiofonico per Radio Italia trasmettendo una piccola puntata a settimana su temi sportivi.

Altre curiosità su Valentina

Altri sport praticati: tennis, vela quando ho tempo

La vittoria più bella:     nel 1984 a 10 anni, il mio primo Campionato Italiano, categoria “Prime Lame”, la prima vittoria nazionale

Il momento più difficile:     nel 2006 dopo il Mondiale, a causa dell’infortunio al crociato

In gara: Punti di forza (concentrazione, lucidità, carattere) Punti deboli: fragilità, spontaneità 
Rituale pre-gara: la preghiera, cantare ad alta voce

Pregi: la caparbietà, la determinazione, la voglia di migliorarsi

Difetti: abbastanza disordinata

Passioni: la famiglia

Segni particolari: occhi azzurri “mia madre diceva che erano due pezzettini di cielo che lei stessa aveva rubato”

Ultimo libro letto: Mondo senza fine, Ken Follett

Cantante: Eros Ramazzotti e tutto il suo repertorio, viva la musica italiana

Film: in generale tutti i film americani, Braveheart in particolare

Attori preferiti: Johnny Depp, Julia Roberts, Michelle Pfeiffer

TV: la Casa di Topolino, Teletubbies, i cartoni in genere e poi Sky tutto lo sport

Nell’armadio: Adidas (anche in gara) e Versace per le serate che contano

Nella sacca da scherma: Negrini Fencing Line (da sempre)

Hobby: pochi, il tempo libero lo passo con mio figlio

Calcio:  Inter da generazioni

Vacanze:  quella ideale è il Coast to Coast in America o una settimana in Polinesia

Ristorante: dalla trattoria al ristorante, l’importante è mangiare bene ma seguo la dieta Zona.